NEWS

Aggiornamenti e novità dal portale Escursi.com

RACCONTI

L’escursione vista da chi
l’escursione la vive

APPROFONDIMENTI

L’escursione vista da chi l’escursione la propone
Vivi il lato più autentico della Sardegna!

Vivi il lato più autentico della Sardegna!

C’è un volto della Sardegna segreto, più autentico e silenzioso, lontano dal turismo costiero e balneare. Anzi, sono tanti i volti che questa straordinaria isola sa offrire. Sicuramente non si può tralasciare la bellezza delle coste, con le sue acque cristalline e la macchia mediterranea che si affaccia sino al mare, o le grotte e le rocce dalle forme più svariate. Ogni sardo e ogni persona che ha la fortuna di passare su quest’isola ha il dovere e il piacere di visitare e vivere la costa, però… la Sardegna non è solo questo! Chi ha la voglia e la curiosità di addentrarsi più all’interno della regione sarda, e la fiducia e la sensibilità di lasciarsi trasportare da esperienze antiche e tradizionali, non potrà di certo restare deluso ma manterrà senza dubbio un ricordo unico, un ricordo autentico dei posti che visiterà.

Il nostro Portale Escursì è ormai ricchissimo di queste esperienze, disseminate in tutto l’entroterra della Sardegna: da Mamoiada e Orgosolo, a Bitti e Silanus, passando per Aritzo, Belvì, Sorgono, Galtellì, Scano e tanti altri piccoli borghi.
Come sempre, è quasi impossibile raccontarli tutti in un unico articolo di blog, senza far assumere a quest’ultimo le sembianze di un infinito elenco della spesa. Qua ne tratteggeremo alcuni, lasciando a voi il compito di scoprirli tutti, con i giusti tempi e modi.

Uno dei tanti bellissimi Murales che contraddistinguono le vie di Orgosolo

In questo articolo sarà la provincia barbaricina di Nuoro ad essere protagonista e partiamo dal paese di Mamoiada. In questo borgo son davvero tante le esperienze a disposizione e oggi ne selezioniamo due: una giornata da Mamuthone e il tour delle botteghe degli artigiani, tra i quali anche i vecchi mascherai che da secoli creano con sapienza proprio le maschere dei Mamuthones. I Mamuthones, insieme agli Issohadores, sono tra le maschere più antiche del carnevale della Sardegna che riproducono rituali ancestrali che prendono inizio dal rapporto dell’uomo con gli animali. Attraverso questa esperienza, potrai entrare profondamente in contatto con questo rito e queste usanze, avendo anche il privilegio di indossare i vestiti tradizionali. Una giornata pensata anche per i più piccoli, per farli divertire ed emozionare. Nel tour delle botteghe degli artigiani si potranno invece scoprire i “trucchi del mestiere” di questi veri e propri artisti: le tappe svarieranno tra i diversi laboratori del Mascheraio, del Coltellinaio, al Forno del pane carasau e in una cantina di Cannonau; gusto e storia saranno perfettamente fusi per accontentare tutti i sensi dei partecipanti.

Piccoli Mamuthone e Issohadores a Mamoiada

Passiamo ora al paesino di Bitti, sempre nel cuore della Sardegna. Qua si possono vivere delle giornate tipiche dei lavoratori più antichi della regione: i pastori e i fattori. Infatti non visiterai semplicemente le aziende e le fattorie locali ma potrai cimentarti nei lavori giornalieri: la mungitura, governare un gregge (transumanza), la potatura, la lavorazione del formaggio e tanto altro ancora. Condividerai il sudore e il sacrificio dei pastori e fattori sardi ma anche il divertimento, l’amore per la terra e, naturalmente, le primizie che questa terra sa offrire come il buon vino, i formaggi e gli affettati!

Anche i più piccoli possono divertirsi in Fattoria a Bitti!

Ora ritorniamo vicino Mamoiada, ad Orgosolo. Un borgo che sta diventando sempre più famoso grazie anche ai suoi particolari Murales che non solo abbelliscono il centro urbano ma ne raccontano anche la storia. Ad Orgosolo si può fare veramente di tutto: non solo tour guidati urbani, visite alle cantine o ai Musei ma anche e sopratutto dei laboratori in cui cimentarsi in arti antiche. Un esempio? La visita con laboratorio allo straordinario Museo del Pane. Questo Museo vanta circa due secoli e custodisce utensili antichi utilizzati per la produzione del pane tipico di Orgosolo: “Su Pane Tostu” (pane carasau) e “S’Ispianada” (la spianata). Tutti i partecipanti si cimenteranno in un’attività didattica dove bisognerà letteralmente mettere le “mani in pasta”! Per carpire tecniche e segreti della lavorazione del pane in tutte le sue fasi.

Mani sapienti lavorano la pasta al Museo del Pane ad Orgosolo

Infine facciamo una tappa a Silanus, luogo meno conosciuto di quelli citati sino ad ora ma ugualmente ricco di testimonianze ed esperienze autentiche da vivere. Nel meraviglioso complesso archeologico di Santa Sabina, dove si può apprezzare un elegante nuraghe in ottimo stato, si possono prendere parte a due splendide attività: una giornata da Nuragico ed una da Archeologo. Dai più grandi ai più piccolini, si potranno ripercorrere gli usi e i costumi degli antenati nuragici dei sardi oppure si potranno inscenare degli scavi, scoprendo le tecniche degli archeologici. Anche in questi casi gli ingredienti sono sempre gli stessi: scoperta, emozione e tanto sano divertimento!

Il Nuraghe di Santa Sabina a Silanus

La panoramica è finita e speriamo di avervi lasciato il seme della curiosità per poi aver la voglia di approfondire e prendere parte a queste esperienze che riescono a mettere in mostra un volto meno comune della Sardegna ma appunto più antico ed autentico. Perché la Sardegna non è solo una, e dopo il relax estivo tra spiagge e calette da sogno vi resta tanto, ma tanto altro da scoprire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *